Archivi del mese October, 2015

L’Unione europea fa ricapitalizzazione diretta delle banche entro il 2014 (2°parte)

Il terzo cambiamento è stato forgiato a Helsinki il 25 settembre. I ministri delle Finanze di Germania, Paesi Bassi e Finlandia lasciato lì molto chiaro che le condizioni per la Spagna sarebbe stato più difficile del previsto prima. I tre governi che mantengono un elevato rating di credito (tripla A) ha annunciato che l’autorità di vigilanza bancaria non sarebbe stata pronta per il prossimo gennaio, come è stato. E ha spiegato che hanno appena messo il supervisore per ricapitalizzare le banche attraverso il meccanismo di salvataggio: la BCE dovrebbe funzionare a velocità di crociera per che ciò accada.

Questo è stato ripetuto stasera Van Rompuy, Barroso e Merkel. Che distorce le decisioni del vertice di giugno scorso, sia la lettera (relativi al piano), e soprattutto la musica: Bruxelles inteso che questa misura dovrebbe spezzare il circolo vizioso tra i problemi del settore bancario e del debito pubblico, come visibile in paesi come l’Irlanda e la Spagna. Questo è totalmente compromessa. Il pugno sul tavolo dei ministri di Germania, Paesi Bassi e Finlandia spera diluito Mariano Rajoy esecutivo del salvataggio delle banche che si fa direttamente tramite il nuovo fondo di salvataggio marchio europeo, il cosiddetto meccanismo di stabilità o di ESM.

Dipende dal potere contrattuale per imporre Berlino ei suoi alleati. The Twenty accettato di completare il lavoro legale per un supervisore unico bancario entro la fine dell’anno, e mettere un tale meccanismo (che è la BCE) “oltre il 2013.” Ciò significa lasciare la ricapitalizzazione diretta delle banche da parte del meccanismo di salvataggio europeo per il 2014 la Germania ha cercato come Mario Draghi ha chiesto a Tokyo pochi giorni fa. Sia la Commissione europea e la BCE aveva già avanzate posizioni tedesche stavano guadagnando terreno, anche se i rappresentanti del governo francese sono rimasti fino ad oggi che l’Europa dovrebbe rispettare lo “spirito e la lettera” di ciò che era stato concordato al vertice di lo scorso giugno.Il 40.000 milioni costerà la ricapitalizzazione delle banche, in questo modo, aumentare il debito pubblico spagnolo. Infine, non rientrano sotto l’ombrello del salvataggio europeo. Il governo, che fino a quando il movimento inatteso della Germania e dei suoi alleati aveva difeso l’importanza di essere in grado di ricapitalizzare le banche con fondi europei, ha cominciato ad assumere un paio di settimane fa, che aveva perso la battaglia per ridurre al minimo i danni. “Sono solo quattro punti di PIL. Ci sarebbe ancora una percentuale del debito pubblico al di sotto della media europea, “giustificati fonti del ministero Economia facendo di necessità virtù. Ieri, però, ha difeso fonti spagnole che esiste ancora la possibilità che almeno una parte non del conto pagato Spagna . Il fondo di garanzia dei depositi e le banche di regolamento dei fondi comunitari (le due proposte più ambiziose, il che comporterebbe una completa unione bancario) nemmeno conosciute ci sono scadenze. Poiché questi due fondi porterebbe, in ultima analisi, una mutualizzazione del debito dalla porta di servizio. E che la Germania non si sente una parola. Una t almeno fino a quando le elezioni politiche in autunno del prossimo anno.

La mafia macchia nord Italia (2°parte)

Ci sono due dati definitivi. Milano 60 imprenditori estorto con la ‘Ndrangheta, nessuno ha sporto denuncia. E degli 80 consiglieri del presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, 14 sono sotto inchiesta giudiziaria, tra cui il recentemente arrestato e il presidente della regione. Ma Formigoni, anche il partito di Silvio Berlusconi si rifiuta di dimettersi. Ilda Boccassini, la Procura di Milano che ha condotto l’operazione, dice: “E ‘una questione di grande preoccupazione. Per la prima volta in questa regione, in modo che appaia molto chiaro il reato di acquisto di voti. La democrazia è contaminato “. Un mese qui, gli scandali di corruzione nella politica italiana sta accadendo ogni giorno. Governo ha saltato la regione Lazio (Italia centrale), dopo che è stato scoperto che i suoi consiglieri utilizzato enormi quantità di denaro pubblico nella vita alta, l’acquisto di case e automobili di fantasia e ingrassare i loro conti offshore. Il politico corrotto è costretto a mettere in un organo ufficiale della figlia di Eugenio capo Costantino, di rinnovare la licenza della sorella del parrucchiere, di assegnare un alloggio pubblico per l’amante e, naturalmente, per fare fare appalti pubblici a favore della ‘ndrangheta. La ricerca porta in primo piano senza fine lurido dettagli-disprezzo e superiorità alla mafia politica comincia a piangere, ma soprattutto la mancanza di risposta alle minacce ambientali e la corruzione diffusa. La Guardia di Finanza, la Polizia speciale incaricato di reati economici, uffici governativi registrati in Emilia-Romagna e Piemonte. Il governo di Mario Monti non solo ha sciolto la città di Reggio Calabria , ma un paio di settimane fa, ha costretto il governatore della Sicilia per chiamare le elezioni anticipate prima del crollo della regione.

Nelle loro seggi alla Camera dei Deputati e del Senato, mentre i fannulloni fare per approvare una legge contro la corruzione, i politici chiedono l’un l’altro, con un misto di ironia e di paura: “Chi ha arrestato oggi? Di tutto ciò che sta accadendo non solo è responsabile della ‘ndrangheta e politici presi con le mani nude nella pasta. Inoltre che può fermare la deriva distolse lo sguardo. Cosa spiega Ezio Mauro, direttore del quotidiano La Repubblica : “La Lega Nord stessa [il partito nazionalista che ha tenuto l’ultimo governo Berlusconi] è ora inutile e alza la voce, fingendo di non vedere ieri quello che tutti sapevano. Una vera forza politica legata al territorio aveva la responsabilità di segnalare il pericolo, istituire meccanismi di controllo, una difesa, una repulsione popolari … Il League governavano le tre grandi regioni del Nord, una moltitudine di città e corse il Viminale [il ministero di Interni]. ” Ma non ha fatto niente. Basta raccogliere i voti, o comprare, mentre al grido di “ladro di Roma” e ha sostenuto il governo Berlusconi. Ora che scoprono i segreti delle migliori famiglie, il sindaco di Milano ha chiesto una rivolta popolare contro il corrotto, ma è tardi. La ‘ndrangheta, come dimostrano le registrazioni dei Carabinieri, ed ha avuto il tempo sufficiente per avere radici profonde nel nord Italia. La mafia non è più solo una questione del sud.

La mafia macchia il nord Italia

Storie di mafia sono spesso entusiasmanti, ma questo non lo è. Questa è una storia piuttosto ordinaria. Nessun morto, nessun denaro in gioco capoccia eccessive o con voce rauca o teste di cavalli tra le lenzuola di seta. Solo un tipo di 60 anni, politico di professione che succede ad entrare in contatto con la ‘ndrangheta , la potente mafia calabrese, la più pericolosa del mondo per comprare una manciata di voti a breve di essere eletto consigliere Regione Lombardia nel 2010. In linea di principio, l’azienda è facile, moltiplicazione semplice: se un voto costa 50 euro, per un totale di 4000 200.000 euro. Un tocateja, senza entrate, una stretta di mano e se hai visto non mi ricordo. Ma la storia si complica al punto che l’arresto, Mercoledì scorso, il direttore Domenico Zambetti, il Popolo della Libertà, il partito di Silvio Berlusconi , già fare un prima e dopo nella politica del Nord Italia . La fine dell’innocenza. Una forza mantenuto benda innocenza. Catturare Zambetti, alias Mimmo , si verifica Mercoledì mattina, poche ore dopo un apparentemente più grave anche in relazione alla politica e la mafia. Governo di Mario Monti ha deciso di sciogliere il Comune di Reggio Calabria (186.000 abitanti, l’Italia meridionale) armato di 250 pagine del rapporto, in cui è chiaro che la ‘ndrangheta controlla aziende municipalizzate, degli appalti pubblici di lavori, di raccolta dei rifiuti, lo studio legale e alla gestione dei beni confiscati alla stessa mafia calabrese. Nonostante la gravità della misura e la sua storica cognome, mai prima d’ora si era sciolto un provinciale infiltrazioni mafiose del capitale, anche se un certo numero di persone-, i fatti non sono solo insistere su una condizione accettata.

Nel Sud Italia, i gruppi mafiosi (la camorra napoletana, il siciliano Cosa Nostra, la ‘Ndrangheta calabrese e anche la Sacra Corona Unita pugliese), si parla di uno contro uno stato, egli contesta il controllo delle città e cittadini. Ma il Nord …. Il Nord sembra essere diversa. Nelle parole di Umberto Eco , Milano è sempre stato considerato “il centro della cultura, sede delle grandi case editrici, centro di produzione del mondo, non è una città bianca ordini accettati anche il Vaticano”. In un articolo pubblicato sul quotidiano La Repubblica in seguito all’arresto di voto direttore Domenizo Zambetti acquisto dalla ‘ndrangheta, Umberto Eco aggiunge: “Il Milan, che non voleva prendere ordini da Roma ladro [l’insulto preferito Lega Nord], si è piegato a prendere ordini da il peggio del profondo sud. ” Nelle registrazioni ottenute dai Carabinieri, si è dimostrato che non solo paga Zambetti mafiosa calabrese religiosamente € 200.000 concordati da 4.000 voti, ma la ‘ndrangheta fa il suo ostaggio. Il politico corrotto è costretto a mettere in un organo ufficiale della figlia di Eugenio capo Costantino, di rinnovare la licenza della sorella del parrucchiere, di assegnare un alloggio pubblico per l’amante e, naturalmente, per fare fare appalti pubblici a favore della ‘ndrangheta. La ricerca porta in primo piano senza fine lurido dettagli-disprezzo e superiorità alla mafia politica comincia a piangere, ma soprattutto la mancanza di risposta alle minacce ambientali e la corruzione diffusa.

Il premio di rischio scenderebbe a 250 punti nello scenario ideale, secondo il FMI

Il FMI ha elogiato il nuovo programma di acquisti di obbligazioni da parte della BCE, che corregge alcuni difetti di prima, così “ha una maggiore credibilità.” Tuttavia, egli ammette che è ancora soggetta a rischi politici e di esecuzione. Ciò significa che per essere messo in atto, i paesi dovrebbero cercare di salvare i loro partner, sono d’accordo e rispettare le condizioni. Pertanto, il rischio di parlare del Fondo è piuttosto il rischio che viene ad essere l’acquisto di obbligazioni. “Le banche centrali hanno agito. Ora è il momento per i governi “, ha detto Viñals, riferendosi anche a Stati Uniti e Giappone. Viñals sottolineato che le forze della frammentazione economica e finanziaria sono aumentati e hanno diviso la zona euro tra i paesi centrali e periferici, provocando la fuga di capitali dai quest’ultima pur essendo una unione monetaria, qualcosa che lui chiama “senza precedenti” e “straordinari”. “Questo ha sollevato i costi di finanziamento degli stati, banche, imprese e famiglie e minacciano una spirale perniciosa di declino economico”, ha detto. “Puoi invertire questo processo di frammentazione finanziaria? Fino ad ora, erano stati tutti i suggerimenti velati che la Spagna dovrebbe fare il grande passo. Se ci fosse qualche aiuto, Viñals stesso ha detto dopo aver parlato con la catena SER che una richiesta di riscatto di Spagna sarebbe “benvenuto”. Ma la notizia il Mercoledì a Tokyo è stato il riferimento ai “paesi creditori”. Viñals aveva appena presentato il rapporto, a condizione che il premio di rischio è sparato a 750 punti base e il PIL in calo del 3,2% nel 2013 se la zona euro non implementa soluzioni rapide e credibili. Nel prendere la senza preavviso, scenderebbero a 380 punti, e se i leader europei sono più ambiziosi, scenderebbe a 250, in base alle loro scenari.

La mia convinzione è sì “, ha detto Viñals, prima Vice Governatore della Banca di Spagna. Ciò richiede più sicure le banche con più capitale, afferma con una buona ritmica consolidamento fiscale, il MES firewall attuale e BCE e una maggiore unione. Egli ha sostenuto che l’autorità di vigilanza bancaria e viene introdotto senza indugio e per impostare una tabella di marcia chiara per il sindacato bancario. Se l’Europa non si muove in avanti con più ambizioso rispetto alla crisi del credito attuale nei paesi periferici possono essere del 9% entro la fine del 2013, e addirittura superiore al 18%, nel caso in cui non hai nemmeno adottare senza indugio le misure già annunciato. Viñals, d’altra parte, ha difeso la forza delle banche spagnole con filiali presenti in America Latina. Egli ha sottolineato che sono finanziate principalmente da depositi. “Non vi è alcun rischio diretto di contagio dalla Spagna in America Latina.” Gli amministratori del FMI ha inoltre osservato che le autorità di vigilanza della regione hanno chiesto con il loro modo di gestire i loro sistemi finanziari e hanno garantito che le banche controllate in America Latina non sono utilizzati come fonti di fuga di capitali in Spagna. Sia Santander e BBVA hanno un modello che è auto-finanziati controllate.

Trovi qui tutte le informazioni sulla finanza italiana e internazionale. Iscriviti ai nostri feed RSS per ricevere le ultime notizie.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e iscriviti: