Modulo Assegni familiari. Tutti i nostri post che parlano di: ‘Modulo Assegni familiari’

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Modulo Assegni familiari. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Modulo Assegni familiari

L’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale italiana, con circolare n° 83 del 13/06/2011, comunica i livelli di reddito aggiornati affinché gli aventi diritto possano percepire l’assegno per il nucleo familiare (A.N.F.).

Notizie-ANF-Assegni-Nucleo-Familiare

Quest’ultimi sono i lavoratori subordinati, dopo una rivalutazione degli antecedenti limitazioni di reddito sulla base della diversificazione dell’indice dei prezzi al consumo per i nuclei familiari che appartegono agli operai ed impiegati, che in alcuni periodi dell’anno viene calcolato a cura dell’ Istituto Nazionale di Statistica, ISTAT.

La richiesta per percepire gli assegni familiare doveva essere presentata quest’anno entro il 1°luglio da parte del lavoratore al proprio datore di lavoro, in caso contrario non sarà possibile beneficiare dell’erogazione dell’assegno. La richiesta può essere fatta pervenire ugualmente da uno qualsiasi dei due genitori, che è titolare del diritto a percepire l’intera somma dell’assegno. Affinché i soggetti indicati prima possano esercitare il diritto a percepire l’assegno familiare, è di fondamentale importanza che non vengano superati alcuni rilevanti parametri di reddito, fissati ogni anno dalle norme vigenti nel nostro ordinamento del lavoro e delle politiche sociali.

L’ammontare che tocca al lavoratore non rappresenta reddito e, appunto per questo, non subisce ritenute di nessun tipo. Di solito vengono presi in considerazione tutti i redditi che confluiscono nel nucleo familiare, anche quelli dei figli che hanno raggiunto la maggiore età. Al fine di ottenere l’assegno si deve raggiungere almeno al 70% del reddito di lavoro che contribuisce a formare il reddito dell’intero nucleo familiare.

Notizie-Anf-tabella-2011-2012

Nel momento in cui, invece, più del 30% del reddito fosse composto da altri tipi (ad esempio: lavoro autonomo, percezione di canoni di locazione, ecc.), non si avrebbe più il diritto a percepire L’assegno per il nucleo familiare. Nel nostro paese è anche accaduto che aventi diritto non abbiano percepito l’assegno familiare, in quanto spesso accade che si faccia confusione con altre normative che riguardano altre materie come ad esempio quella delle detrazioni fiscali per i componenti del proprio nucleo familiare che si ha a carico. Adesso, invece, vediamo da dove è possibile ottenere il modulo che consente al lavoratore dipendente di ottenere l’assegno per i familiari a carico. Dal sito internet dell’ Istituto Nazionale di Previdenza Sociale italiana( INPS ), è possibile fare il download del documento che vi interessa.

A partire dal 1° luglio 2011, vi è stata una rivalutazione dei parametri per il pagamento dell’assegno per i differenti tipi di nuclei familiari. Per conseguire il pagamento dell’assegno bisogna inoltrare la domanda adoperando l’appropriato modello preparato dall’Inps, disponibile presso gli uffici dell’ Istituto Nazionale di Previdenza e sul portale internet alla voce “moduli”. La domanda va esibita al datore di lavoro nel caso in cui il richiedente svolga attività lavorativa subordinato di tipo non agricola, ovvero alla sede Istituto Nazionale di Previdenza che opera nel territorio di residenza del richiedente.

Se quest’ultimo risulta essere pensionato, soggetti che versano in condizione di disoccupazione,

agricoltori, addetti ai servizi domestici e familiari eccetera (vale a dire in tutte le circostanze in cui il pagamento viene eseguito senza intermediari dall’ Istituto Nazionale di Previdenza).

Trovi qui tutte le informazioni sulla finanza italiana e internazionale. Iscriviti ai nostri feed RSS per ricevere le ultime notizie.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e iscriviti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia