crisi grecia. Tutti i nostri post che parlano di: crisi grecia

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica crisi grecia. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Scontri ad Atene tra polizia-manifestanti, per la visita della Merkel

La breve visita in Grecia dal cancelliere tedesco Angela Merkel ha scatenato proteste di massa nella capitale, ma il suo incontro con il primo ministro greco Antonis Samaras ha alleggerito le tensioni tra i loro paesi. Merkel ha insistito sul fatto che “c’è ancora molto da fare” e la necessità di attendere la relazione ai creditori sullo stato di avanzamento delle riforme greche, ma ha espresso il desiderio che “la Grecia rimane nella zona euro.” Certificato Cancelliere che “non vi è venuto un gran parte della strada” per la ripresa economica e ha annunciato l’inizio di “un progetto per migliorare il sistema sanitario e uno per la modernizzazione delle pubbliche amministrazioni”, finanziato dalla Germania con un totale di 30.000.000 €. Una benda enorme per sanguinamento bilancio greco. Accettando che Atene è stata la scena del suo incontro con Samaras insistendo sul fatto che entrambi i paesi ci sono “partner, amici” e “alleati nella NATO,” Merkel invia un segnale per i Greci, ma soprattutto gli elettori tedeschi preelection riscaldamento pieno 2013.

Il governo tedesco vuole restare in Grecia l’euro, il che significa mettere più soldi e si adattano più critiche dai titoli dei giornali di destra e di più negativo per gli aiuti multimilionari ai partner europei. Com’era prevedibile, il viaggio innescato una valanga di proteste e insulti riscaldati in Grecia, che ha contribuito a trasmettere un messaggio doppio Merkel al pubblico tedesco: in primo luogo, la sua volontà di rischiare di tenere i suoi diciassette membri della zona euro. In secondo luogo, lei non è un tecnocrate freddo e divorziato dalla realtà e ha accusato i democratici di opposizione sociale, ma vuole toccare con mano i problemi greci sociali. In questo senso, il primo ministro greco Samaras avventurato che la visita si aprirà una “nuova pagina” nelle relazioni tra i due paesi. Merkel è stato ricevuto con tutti gli onori speciali a Atene. Samaras andato all’aeroporto per incontrare il suo, un gesto di ospitalità che vale solo per le visite a Berlino di particolare rilevanza come un papa. Merkel aveva visitato Atene da quando divenne cancelliere nel 2005, ma non dall’inizio della crisi due anni e mezzo fa. Ha detto che il ministro conservatore, ha vinto le elezioni del giugno scorso che la Grecia “non chiedere più soldi o concessioni speciali.” La cosa importante, ha detto, è che il suo Paese di recuperare “dopo tutti questi sacrifici.” Mentre infuriava proteste di piazza contro la visita, Samaras ha detto che “il nemico è la recessione” e il Cancelliere tedesco che ha riferito di aver ricevuto “come un amico del paese”. Tuttavia, Samaras non poteva chiaramente rispondere alla domanda se aveva “ottenuto una garanzia che la Grecia resterà nell’euro”. Ho posto la questione di un manager populista giornale Bild , promotore di una campagna estenuante contro tabloid la Grecia che si estende dall’inizio della crisi del debito greco. Mentre Merkel e Samaras ha parlato ad Atene, il commissario europeo per gli affari economici Olli Rehn ha sottolineato il Martedì che la Grecia potrebbe presto ricevere più di 31.000 milioni di euro di soccorso eccezionale. Sarà “nel mese di novembre al più tardi.” Non conosciamo ancora il contenuto esatto del rapporto dei creditori e la troika creditore (Banca centrale europea (BCE) e del Fondo monetario internazionale) non era riuscito finora a Grecia sarebbe chiarire se questa nuova sezione aiuto, e avrebbe dovuto essere pagato in estate.

Squadre di calcio greche sono sull’orlo del fallimento

Duramente colpita dalla crisi nella zona euro, la lega ellenica è troppo indebitata. I club non sono più in grado di pagare i loro giocatori in tempo. In stasi finanziari, la Grecia era contento di vedere la sua squadra di calcio raggiungono i quarti di finale degli Euro . Ironia della sorte, il volto Germania, dove il calcio ha generato 52,5 milioni di euro in profitti. L’indice di indebitamento dei club germanici è del 40% contro il 129% per i club inglesi, del 156% per l’Italia, 246% per la Spagna e oltre il 300% per la Grecia . “Quando altri club andare in banca, vanno ai prestiti di servizio, quando andiamo in banca, depositare al banco”, ha detto Uli Hoeness, il presidente del club di calcio tedesco, Bayern Monaco, sottolineando la buona la salute finanziaria dei club tedeschi . Indossato da presidenti mecenati, colpito duramente dalla crisi in Europa, i club greci, grandi e piccoli, non possono pagare anche i loro giocatori. Secondo un rapporto dalla Federazione internazionale dei calciatori professionisti (FIFPro) ha pubblicato all’inizio di quest’anno Più di due terzi dei calciatori greci non hanno ricevuto i loro salari in tempo e quasi un terzo lo ha colpito con sei mesi di ritardo. Il motivo? Clubs semplicemente hanno più soldi. “Non abbiamo alcuna fonte di reddito in questo momento, dice Stelios Sfakianakis, vice presidente della Lega calcio greco. Ci stiamo avvicinando aziende private, ma a causa del clima economico attuale, anche le aziende hanno ridotto i loro budget. ” Il distributore principale del campionato, Nova TV, per ragioni finanziarie, non poteva pagare l’intero importo dovuto ai club. Lo stesso vale per gli sponsor. Banche, anche in difficoltà, non hanno i mezzi per aiutare le squadre.

Forte calo del numero di abbonati a venire

E la situazione non migliorerà, il rigore di bilancio imposto ad Atene in cambio di sostegno finanziario dell’Unione europea e il Fondo monetario internazionale per salvare il paese dalla crisi, che ha fortemente tagliato il potere d’acquisto dei Greci. Gli osservatori si aspettano un calo del 30% al 40% degli abbonati per la prossima stagione. E posti a sedere tra i 20 e 50 euro per i greci insostenibile finanziariamente battute. “Come il paese, i club greci hanno vissuto troppo a lungo al di là dei propri mezzi e ora pagano”, ha detto un esperto del calcio greco. Così, Panathinaikos, uno dei cinque più grandi club del paese era in debito con lo Stato pari a 30 milioni di euro. E come il suo creditore, si sforza di ridurre il suo debito. Eppure, otto anni fa, la Grecia ha vinto l’Euro. Lo stesso anno, il paese ha ospitato le Olimpiadi, che costerà 9 miliardi di euro . Una buca di denaro. “I leader politici non hanno approfittato del senso di euforia creato dalla vittoria di Euro 2004 per rilanciare l’economia dello sport, come in Germania”, dice Patrick Mignon, un sociologo sport. Nonostante le difficoltà della Grecia, la nazionale di calcio è tra le otto migliori squadre del Euro. Questo buon andamento non cambierà il futuro economico e finanziario del paese, ma potrebbe “restituire una certa fiducia nelle famiglie greche. Il PIL è sceso di quasi il 20% negli ultimi cinque anni “, spiega Bastien Drut, economista sport. Stessa parte tedesca. “L’impatto di una partita di calcio è trascurabile, ma molti vorrebbero vedere il simbolo del successo economico tedesco, egli ritiene”.

Sale sopra il 9% il rendimento dei titoli di stato della Gracia

Un rendimento anormale, secondo gli esperti, quello dei titolo di Stato della Grecia che supera ormai il 9%. Soprattutto visto che offrono il doppio di quello fissato sui titoli di stato tedeschi. È la prima volta dal 2001 (anno le quale la Grecia entrava nella zona euro) che succede un caso simile. L’anormalità di questo rendimento è spiegata dal fatto che il rischio di contagio ad altri paesi è ormai alle stelle: Portogallo, Irlanda, (Grecia) e Spagna: i famigerati PIIGS.

Bond Ellenico. Immagine: www.scripophily.com

Bond Ellenico. Immagine: www.scripophily.com


Trovi qui tutte le informazioni sulla finanza italiana e internazionale. Iscriviti ai nostri feed RSS per ricevere le ultime notizie.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e iscriviti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia