Governo italiano. Tutti i nostri post che parlano di: Governo italiano

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica Governo italiano. Puoi navigare con un click su ogni titolo

L’aumento delle tasse potrebbe anche nei confronti dei giocatori

In seguito all’aggravarsi della crisi economica e finanziaria del nostro paese, tutti gli italiani sono stati chiamati a fare dei sacrifici, in quanto entro il 2013 bisogna raggiungere il pareggio di bilancio.

Come sappiamo, sono state decise dal governo italiano delle imposte che gravano sulla condizioni dei più ricchi, e che sono del 5% per chi guadagna oltre 90000 e del 10% per chi guadagna oltre 150000, istituendo in questo modo quella che prende il nome di tassa di “solidarietà”. Pertanto secondo le previsioni normative di tale manovra che molto presto entrerà in vigore, tutti sono tenuti a contribuire, tutti nessun escluso.rimborsi-fiscali-2011-conto-corrente-iban-come-modificare

In realtà, vi è una categoria di “lavoratori” che si oppone e non vuole assolutamente contribuire: quella dei calciatori che giocano nel massimo campionato di calcio. Queste persone, guadagnano tantissimi soldi essendo strapagati per dare un calcio ad un pallone e si rifiutano di pagare una tassa che li colpisce a malapena. Infatti, basti pensare che il peggiore contratto che un giocatore possa firmare in serie A si aggiri intorno ai 300-400 mila euro lordi, questi verrebbe a pagare appena 40 mila euro per due anni.

conto-corrente-99999

Di certo, non s’impoverisce mica se si considera l’enorme volume di affari che si registra nel mondo del calcio dove c’è gente ( non tutti, ma solo i grandi nomi del calcio italiano e non) che riesce a fatturare anche 10-15 milioni di euro l’anno sia dalla società a cui cede i diritti per le proprie prestazioni, sia dagli sponsor che si assicurano la loro presenza nel corso di uno spot pubblicitario. Contro tale opposizione, molto forte è stata la reazione del ministro italiano per la Semplificazione legislativa, Roberto Calderoli, la possibilità di una pianta dei giocatori in risposta all’applicazione di nuove tariffe.

crisi_finanziaria1

“Se continuano a minacciare di scioperare, il governo dovrebbe raddoppiare il contributo di solidarietà”, Calderoli ha detto in una dichiarazione rilasciata all’agenzia Ansa. L’Associazione Italiana Calciatori ‘(AIC) ha comunicato la scorsa settimana che ha bloccato l’avvio del campionato, che era stato fissato per il 27 agosto, se il club non firma il nuovo contratto collettivo di lavoro che era stato concordato tra le parti. Nei contratti collettivi invece si presume che venga inserita anche la clausola che prevede il pagamento del contributo obbligatorio rappresentato dalla tassa di solidarietà da parte di tutti i giocatori che rispondono ai requisiti detti prima. Saremo curiosi di conoscere l’esito finale di una querelle che mi sa che si porterà per le lunghe, in fondo si sa che, quando bisogna pagare le imposte in Italia è sempre così!

Italia accelera le riforme previste per ridurre il debito e per intervenire sul mercato del lavoro

silvio-berlusconi3Il primo ministro italiano Silvio Berlusconi, ha annunciato che cercherà di accelerare le riforme nel paese per raggiungere l’equilibrio fiscale nel 2013 e presentare una riforma del lavoro al Senato. Il premio per il rischio d’Italia si chiude 374 punti e supera ormai quello della Spagna.

In una conferenza stampa al palazzo presidenziale a Roma, Berlusconi ha detto che lavorerà il più velocemente possibile in Parlamento per introdurre nella Costituzione una “regola d’oro”, che richiede l’equilibrio dei conti pubblici. Per questo, la Commissione Affari Costituzionali e della Commissione di controllo della Camera dei deputati italiana partirà dalla prossima settimana per lavorare sulla modifica dell’articolo 41 della Costituzione.”Prevedo che avremo una volta brevemente il lavoro in Parlamento per introdurre nella nostra Costituzione il principio di equilibrio dei conti e anche un altro principio e cioè, la libertà sulla base della quale tutto è permesso per le entità di business e le imprese, ad eccezione di quanto è vietato dalla legge “, ha affermato.

“La struttura del nostro piano di adeguamento è stata considerata assolutamente positiva, ma la situazione suggerisce un’accelerazione delle misure”, ha aggiunto il presidente.

I deliri d’Italia e il suo piano contro il deficit, già più volte modificato, sembra non essere di gradimento del presidente della Banca centrale europea (BCE), Jean-Claude Trichet. Il francese ha sottolineato l’importanza che ha il fatto che il  governo italiano risponda agli obiettivi dichiarati di ridurre il deficit e migliorare la sua economia e flessibilità. In un’intervista pubblicata sul quotidiano economico “Il Sole 24 Ore”, Trichet ha detto che le misure annunciate dall’esecutivo italiano il 5 agosto sono “molto” importanti  per raggiungere questi obiettivi ed è “essenziale” per il miglioramento della  finanza pubblica.

“Ciò è fondamentale per consolidare e rafforzare la credibilità della strategia italiana e l’impegno del Governo italiano per compensare i loro debiti”, aggiunge Trichet, il quale ha anche sottolineato che il suo messaggio è chiaro: è essenziale che tutte le misure vengano introdotte in grado di consentire a medio termine per esprimere il potenziale italiano.

L’italia presto ritirerà i suoi militari dal Libano

libano2ic4

Il Senato italiano ha approvato il Mercoledì un decreto che prevede il ritiro del suo contingente di 700 soldati schierati in Libano nell’ambito della Forza ad interim delle Nazioni Unite (UNIFIL) e 884 soldati di stanza nella missione Nato in Libia, secondo “Il quotidiano Sole 24 ore ‘. Il decreto approvato Mercoledì, prevede il rifinanziamento delle missioni militari all’estero e la Cooperazione Italiana in missioni di pace. Dopo l’approvazione del Senato, il decreto dovrà passare alla Camera dei Deputati.

Tuttavia, questo decreto non prevede alcuna riduzione della missione militare in Afghanistan, dove è mantenuto il contingente italiano a 4.200 soldati. La missione nei Balcani sarà ridotta a 212 soldati, rispetto ai rimanenti 271 di oggi. In totale, il decreto prevede una riduzione di oltre 2.000 soldati nelle missioni all’estero. Inoltre, il finanziamento di nuove missioni si basa su un budget di 694 milioni di euro, rispetto ai 811 milioni del semestre precedente, una riduzione di circa 120 milioni. Solo nella missione libica nel passaggio da un costo di 142 a 58 milioni di euro.

L’ Italia propone di creare un’agenzia di rating europeo

il-consiglio-europeo-vuole-bloccare-i-giudizi-delle-agenzie-di-rating-durante

La Commissione Finanze della Camera dei Deputati ha approvato all’unanimità una risoluzione che chiede la esecutivo italiano avanti un’iniziativa per l’Unione Europea di creare una agenzia di rating “europeo”, secondo il quotidiano ‘Corriere della Sera’ . La Commissione ha accusato l’agenzia di “destabilizzare” e “manipolare” il mercato dei titoli di Stato ed ha lamentato che le agenzie di rating “sono contaminate da conflitti di interesse tra lo sviluppo di valutazione di business e di consegna servizi di consulenza a privati emittenti strumenti finanziari che sono oggetto della sua valutazione “. Inoltre, la Commissione ha rilevato che la trasparenza dei meccanismi e delle procedure per lo svolgimento di queste valutazioni è “insufficiente” ed è viziata da “servizi sostanziale oligopolio ‘valutazione di mercato”.

Inoltre, la Commissione ha rilevato alcuni eventi recenti, la diffusione di una dichiarazione di Standard and Poor con i mercati ancora aperti sul piano di adeguamento adottato dal governo italiano “anche prima della pubblicazione del testo finale”, un fatto che egli aveva “grave impatto sui prezzi delle azioni.”

Questa risoluzione è stata firmata dal Presidente del partito di governo della Commissione, Popolo della Libertà (PDL), Maurizio Bernardo e gli esponenti del partito Lega Nord e il Partito Democratico (PD).

Cambiano alcuni ministeri nel governo italiano

bossi-berlusconi_610x239

Il ministro della Giustizia italiano, Angelino Alfano, si è dimesso dal suo incarico di governo come “incompatibile” con la sua posizione di segretario generale del partito di governo del Popolo della Libertà, come riportato dal partito in un comunicato. Il Ministro della giustizia ha dichiarato nella sua lettera di dimissioni che “compiti” nella Costituzione al ministro della giustizia ha la carica è “incompatibile” con il titolo “politico” partito il segretario generale. Così, Alfano è sicuramente preannuncia come un possibile successore di Silvio Berlusconi alle prossime elezioni generali che si terranno nel 2013. ‘Il Cavaliere’ annunciato all’inizio del mese di luglio non si sarebbe eseguito in queste elezioni e presentato come l’unico candidato di Alfano centro-destra. Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha nominato nuovo ministro della Giustizia al Segretario di Stato fino ad ora il Ministero degli Interni, Francesco Nitto Palma. Inoltre, ‘Il Cavaliere’ ha inoltre nominato il deputato Anna Maria Bernini, come il nuovo Ministro per le Politiche Comunitarie, in sostituzione di Andrea Ronchi.

Trovi qui tutte le informazioni sulla finanza italiana e internazionale. Iscriviti ai nostri feed RSS per ricevere le ultime notizie.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e iscriviti: