investire in borsa. Tutti i nostri post che parlano di: investire in borsa

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica investire in borsa. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Investimenti sicuri

Gli investimenti sicuri sono investimenti che normalmente non associano un alto livello di rischio. Infatti, un investimento -sia quale sia il tipo di prodotto finanziario che abbiamo scelto per investire- offre sempre un rendimento sulla base di un capitale originario che, dipendendo dal rischio che saremo disposti ad assumere (avversione al rischio), sarà più o meno elevato o ripercoterà in un modo più duro. Investiamo per esempio per combattere l’inflazione.

investimenti

Perché se un capitale viene lasciato fermo, bene sotto il materasso, dentro un calzino o immobilizzato in conto corrente a bassissimo rendimento correrà il rischio di svalutarsi con il tempo già che il potere acquisitivo delle persone dipende dall’andamento dell’economia del suo paese, e con gli anni i soldi valgono di meno. Non essendo però tutti i risparmiatori in grado di gestire da soli il proprio risparmio, la prassi usuale è quella di affidarsi a gestori di professione. Il punto è che anche qui, come in tanti altri settori, è possibile incorrere in truffe e cattivi consigli. Per questo non sarà superfluo per nessuno leggere con attenzione qualche consiglio. Promesse di rendimenti troppo più alti della media devono farvi diffidare; è sempre meglio non affidarsi ad un unico investitore ma diversificare il capitale; non fidatevi di chi vi vuole convincere a tutti i costi a puntare su un determinato investimento; arrivate all’investimento con le idee chiare dopo aver confrontato le varie possibilità sul mercato ed esservi fatti un’idea sui costi e i rischi; per ultimo ma non meno importante, non dimenticate mai di leggere il regolamento dell’investimento in ogni sua parte.

Il momento giusto per investire in borsa

Invest-and-Trade-Stocks

Vi proponiamo 5 punti basici per dimostrare che è il momento giusto per  investire prima dell’uscita dalla crisi.

1. Profitto = Denaro = Lavoro. Le aziende sono prevedibili, dicono, di reagire alla crisi riducendo i costi che colpiscono principalmente i posti di lavoro e per ciò licenziando lavoratori. Grazie a queste riduzioni riusciranno a spendere meno soldi e nei loro bilanci si accumuleranno positivi, quando sono convinti che il peggio è passato iniziano a reclutare nuovo stimolando il recupero.

2. C’è ancora un lungo cammino da percorrere –per le aziende- con tassi di interesse eccezionalmente bassi, a livelli di minimi storici. L’aumento del prezzo del denaro non salirá fino a quando non si verificherà un recupero reale e anche nel 2011 vedremo una situazione favorevole al recupero, e dire: “l’aumento del rapporto sarà favorevole alla crescita economica e mantenere le quote di una più attraente di reddito fisso.

3. Il consumatore finale. Uno dei timori principali del mercato e la mancanza di domanda, anche se si nota che in tempi recenti c’è stato un aumento drammatico di disoccupazione  nella base di consumatori in paesi emergenti come Brasile e Cina, il recupero in questi paesi sarà sufficiente da stimolare la domanda aggregata globale.

4. Fusioni e acquisizioni. Abbiamo visto più operazioni di questo tipo finora nel 2010 per tutto il 2009. Il capitale di rischio è stato a lungo il loro risparmio e canale per la liquidità, ora i soldi devono essere rimessi in circolazione dopo un grande stop ai movimenti patrimoniali, questo sarà molto utile per gli investitori.

5. Riacquisto. Questa opzione è “una benedizione per aumentare i guadagni per azione” e dare impulso al mercato.

Regole per investire in Borsa

“Andate e moltiplicatevi” disse Dio ad Adamo ed Eva; oggi invece, con dispiacere si guarda il portafogli e si vede l’esatta frase al contrario: “Andate e dimezzatevi”, così disse il Dio Danaro. Già perché con la crisi che ha colpito gli ultimi anni, tutti sono alla ricerca di un modo per fare in modo che il proprio stipendio sopravviva fino al 30 del mese, ma…ahimè, è cosa rara. Squali o buoi, orsi o tori, tutti vanno sempre lì, in Borsa. Ma guadagnare soldi in questo modo non è  semplice, c’è bisogno di metodo, un buon metodo. Per chi invece si affida alla dea bendata, attenzione: prima o poi vi volterà le spalle. Si comincia dalla prima regola ormai risaputa in tutti i siti che trattano l’argomento: dividi il tuo capitale in 10 parti uguali e rischiane al massimo solo una per operazione.

Invest-and-Trade-Stocks

Il “codice” completo di 18 regoline per evitare passi falsi sembra sicuro, ma non determinante, perché a volte è il proprio consulente o banca a fare la differenza – sperando di non cadere in un caso Parmalat – quindi, rimanendo in attesa di eventuali approfondimenti, vi lasciamo i 18 comandamenti per evitare clamorosi disastri in Borsa:

  • Dividi il tuo capitale in 10 parti uguali e rischiane al massimo solo una per operazione
  • Usa sempre lo stop loss
  • Non permettere mai che un profitto diventi perdita. Per far ciò alza il tuo stop loss (o abbassalo se sei al ribasso) man mano che i prezzi salgono (o scendono). In tale maniera, l’eventuale inversione di tendenza, ti “liquiderà” mentre sei ancora in “profitto”
  • Segui sempre la tendenza. Non pensare di anticiparla. Non intervenire ne in acquisto ne in vendita se non sei sicuro della direzione del mercato o del singolo titolo
  • Se hai dubbi, astieniti da qualsiasi operazione.
  • Intervieni solo sui titoli attivi. Lascia perdere tutto ciò che non da’ segni di vita per molto tempo
  • Distribuisci il rischio su quattro– cinque titoli diversi. Evita di mettere tutte le uova in un paniere
  • Non limitare i tuoi ordini. Quando hai deciso, compra o vendi “al meglio” (at the market)
  • Non uscire da una posizione se non ne hai motivo. Segui la tendenza e proteggiti con uno stop loss
  • Non “razionalizzare” una perdita. Se il mercato è in direzione contraria alla tua, non dirti che è una buona occasione per incrementare i tuoi acquisti (o vendite se sei al ribasso). Devi solo uscire dalla tua posizione
  • Non entrare ne uscire mai da una posizione solo perché sei diventato impaziente
  • Evita di fare piccoli profitti e grosse perdite
  • Non cancellare mai uno stop loss
  • Evita di entrare e uscire continuamente dal mercato
  • Gioca sia al rialzo che al ribasso
  • Non comprare solo perché i prezzi ti sembrano bassi ne tantomeno devi vendere se ti sembrano alti
  • Fai attenzione a non incrementare la tua posizione al momento sbagliato.Attendi che il titolo diventi molto attivo ed abbia perforato la resistenza o il supporto individuati, prima di incrementare le posizioni
  • Non aumentare le tue “giocate” dopo un lungo periodo di successi. Rischi di perdere in poche operazioni ciò che hai vinto in tanto tempo.

Attenzione però, la Borsa è  il frutto proibito di chi si lascia tentare, e se si abusa di essa, Piazza Affari non perdona.

Velia Serino

Come guadagnare soldi in Borsa?

Soprattutto bisogna sapere come non perderli. Questa la risposta degli analisti di Financialred.com -che abbiamo incontrato alla fiera della Borsa Spagnola a Madrid (Bolsalia)- quando gli viene chiesto di spiegare il metodo per guadagnare soldi in Borsa . Nessun consiglio ottimista dunque, da parte degli analisti spagnoli; il terrore di questi giorni che si è sparso sui mercati finanziari europei ha colpito duramente i PIIGS e la Spagna è nel mirino di “tutte le agenzie di rating” dice Luis Ortiz de Zarate -autore di diversi libri su analisi tecnica e modelli d’ investimento in borsa- che ci consiglia di allontanarci dai mercati finanziari spagnoli al meno per un periodo. Secondo questo illustre analista spagnolo l’Ibex non è proprio da considerare come una fonte di guadagno nel breve termine, tutt’altro, “sarà soltanto fonte di guadagno per i ribassisti e neanche più di tanto, perché l’indice iberico subirà forti pressioni nel breve termine dal punto di vista fondamentale e le analisi degli esperti possono soltanto prevedere una parte della figura” aggiunge Ortiz de Zarate. Per la maggior parte degli investitori sarebbe pericoloso entrare in questo momento.

Nel video vediamo una delle conferenze tenute a Bolsalia da uno degli esperti della rete di Financialred. L’analista spiega agli investitori che il metodo per guadagnare soldi è un metodo statistico (elaborato personalmente da ogni analista indipendente) che ci permette di calcolare le perdite e non i guadagni. Cioè un calcolo matematico per prevedere quali saranno le perdite probabili e ridurne il peso in portafoglio. Una prospettiva utile per investire in momenti di forte volatilità.

Borsa virtuale

“Borsa Virtuale” è un ambiente interattivo realizzato da Borsa Italiana dove poter simulare e monitorare investimenti sul mercato, competere in una gara virtuale con altri Utenti, e partecipare ad una Community virtuale. I servizi borsa virtuale consentono la creazione gratuita di una “lista titoli” e di un “portafoglio virtuale base”, l’acquisto di un  “portafoglio virtuale professional” e la partecipazione ad una “community”. Ecco l’elenco (anche disponibile sul sito di Borsa Virtuale) di tutti questi servizi che ci permetteranno di giocare in borsa senza rischi.

Borsa Virtuale

Borsa Virtuale

Lista Titoli Base

Tutti gli Utenti registrati possono creare gratuitamente la “Lista Titoli Base” che consente la creazione di una lista titoli ad un prezzo selezionabile dall’Utente. Attraverso tale lista l’Utente potrà controllare l’andamento dei singoli titoli inseriti. La Lista Titoli Base presenta le seguenti caratteristiche:

  • All’interno della Lista non sono calcolati e / o visualizzati eventuali dividendi e / o cedole dei titoli inseriti;
  • Il sistema non calcolerà eventuali rimborsi derivanti da titoli a scadenza (ad esempio per i titoli di stato), ma semplicemente eliminerà i titoli dalla Lista;

E’ possibile creare un massimo di 5 Liste Titoli.

Ricordiamo inoltre che:

  • L’aggiornamento del prezzo dei Titoli è in tempo differito di 20 minuti;
  • Il servizio è limitato ai titoli quotati sul mercato italiano;

Portafoglio Virtuale Base

Il capitale iniziale disponibile alla creazione di ogni Portafoglio titoli sarà inizialmente di 10.000 euro virtuali.

Il Portafoglio Virtuale Base ha le seguenti caratteristiche:

  • Nel caso gli strumenti presenti eroghino cedole / dividendi questi non saranno calcolati e aggiunti alla liquidità posseduta;
  • Nel caso gli strumenti presenti siano “a scadenza” (ad esempio i titoli di stato) non è previsto un rimborso, ossia il Portafoglio li eliminerà senza accreditare nella liquidità il loro valore;
  • Per ogni acquisto e per ogni vendita viene caricato 1 € virtuale di commissioni. Ad ogni vendita, nel caso ci sia un guadagno, viene applicata una tassazione virtuale del 12,5%.

E’ possibile creare un massimo di 5 Portafogli Virtuali Base.

Ogni Portafoglio  parteciperà  alle CLASSIFICHE solamente per l’anno solare in cui è avvenuta la creazione. Successivamente l’Utente potrà comunque avvalersi del Portafoglio per le attività di trading virtuale ma non parteciperà alle classifiche.

Portafoglio Virtuale Professional

Il Portafoglio Virtuale Professional è un servizio a pagamento ed è mirato agli investitori più esperti.

Il capitale iniziale disponibile alla creazione di ogni Portafoglio titoli sarà inizialmente di 10.000 euro virtuali.

Il Portafoglio Virtuale Professional offre un’ampia gamma di servizi aggiuntivi:

  • Nel caso gli strumenti presenti eroghino cedole / dividendi, questi saranno automaticamente calcolati e aggiunti alla liquidità posseduta;
  • Nel caso gli strumenti presenti siano “a scadenza” (ad esempio i titoli di stato) è previsto un rimborso: il sistema automaticamente accrediterà il loro valore nella liquidità. Inoltre il titolo sarà automaticamente eliminato dal Portafoglio;
  • Gli Utenti potranno usfruire di 4 grafici di supporto che analizzeranno l’andamento della variazione percentuale del portafoglio, la sua composizione, la variazione del posizionamento in classifica e ne rappresenteranno graficamente la variazione percentuale dei titoli
  • Gli Utenti possono inserire Ordini di Acquisto ad una determinata soglia di Prezzo, Take Profit/Stop Loss e Ordini al Meglio
  • Gli Utenti potranno usufruire del Credito d’Imposta
  • Gli Utenti potranno effettuare ShortSelling
  • Per ogni acquisto e per ogni vendita viene caricato 1 € virtuale di commissioni. Ad ogni vendita, nel caso ci sia un guadagno, viene applicata una tassazione virtuale del 12,5%;

E’ possibile creare un massimo di 5 Portafogli Virtuali Professional.

Classifiche

Tutti i Portafogli, quindi sia Base che Professional, partecipano ad un’unica competizione, strutturata in 3 classifiche: Annuale, Mensile e Settimanale. La classifica settimanale inizia il lunedì di ogni settimana e termina il venerdì, la classifica mensile comincia il primo giorno di ogni mese e termina l’ultimo giorno dello stesso mese mentre la competizione annuale inizia il 1 gennaio di un anno e termina il 31 dicembre di quello stesso anno. Per partecipare ad una classifica basterà effettuare un’operazione nel periodo prescelto. I vincitori delle classifiche potranno fregiarsi dello scudetto e arricchire il loro palmarés.

Le classifiche sono calcolate sulla base della variazione percentuale del capitale.

Non vi è alcun premio in palio: i vincitori delle varie classifiche non hanno diritto ad alcun premio pecuniario e / o simbolico. Si concorre solo per lo scudetto settimanale, mensile o annuale.

Trovi qui tutte le informazioni sulla finanza italiana e internazionale. Iscriviti ai nostri feed RSS per ricevere le ultime notizie.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e iscriviti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia