mercato statunitenste. Tutti i nostri post che parlano di: mercato statunitenste

Successivamente puoi leggere gli articoli che i nostri autori hanno classificato nella tematica mercato statunitenste. Puoi navigare con un click su ogni titolo

Mercati positivi

L’effetto negativo della perdita di posti di lavoro negli Stati Uniti si è concluso Venerdì e la settimana è iniziata con un giorno d’aumento nelle principali borse europee, in cui il mercato ha cominciato a prendere posizioni prima della maggior parte degli eventi importanti della settimana. La sessione è iniziata con la conferma che le esportazioni tedesche sono ancora in crescita, e gli acquisti sono incoraggiati come mercati ha cominciato a scontare il aspettative sul possibile annuncio di una politica di stimolo ulteriore nel corso della riunione Fed di oggi. A fare posizioni la più forte in Europa è la borsa tedesca anche se gli aumenti sono stati più timidi in Europa, a causa della scena economica in Europea sembra essere migliorata. Questa maggiore fiducia ha portato alla diffusione del debito spagnolo è sceso a 150 bp Bund e l’euro sostenere livelli sopra 1,325 fino alla sua caduta all’ultimo momento.

stock-market-roller-coaster

Risultati deludenti

Conclusione contrastata per la piazza azionaria americana che quest’oggi ha visto i tre indici principali terminare gli scambi preceduti da segni diversi. Dopo la corsa delle ultime sei sedute il mercato ha mostrato qualche incertezza, e alle buone notizie arrivate dal fronte societario, con particolare riferimento ai risultati trimestrali di Intel Ri , hanno fatto da contraltare altre indicazioni deludenti sul versante macro.
Priva dell’avvio degli scambi è stato diffuso l’aggiornamento relativo ai prezzi alle importazioni che a giugno sono calate dell’1,3%, mentre il Invest-and-Trade-Stockssi aspettava una flessione più contenuta dello 0,4%. A deludere sono state anche le vendite al dettaglio che a maggio hanno segnato una variazione negativa dello 0,5%, superiore a quella stimata dalla comuintà finanziaria nell’ordine dello 0,2%. Al netto della componente auto si è avuto invece un ribasso dello 0,1%, in linea con le attese. Cattive notizie anche per le scorte delle imprese che sono aumentate a maggio dello 0,2%, a fronte di un incremento atteso nell’ordine dello 0,1%.
Malgrado questi aggiornamenti deludenti, gli indici sono riusciti a mantenersi a galla grazie soprattutto alla buona intonazione dell’high-tech. Le vendite sono scattate nuovamente in seguito alla diffusione delle minutes del FOMC, da cui si è appreso che la Fed ha rivisto al ribasso le stime sulla crescita e sull’inflazione, ritoccando leggermente verso l’alto quelle sulla disoccupazione per l’anno in corso e per i prossimi due.
La Banca Centrale americana ha inoltre fatto sapere che sarà pronta ad intervenire con nuovi misure in caso di necessità, spiegando che però al momento non vi è bisogno di muoversi in questa direzione.
Le vendite che hanno seguito la diffusione dei verbali dell’ultima riunione della Fed hanno avuto vita breve, tanto che gli indici sono riusciti a risalire la china nel finale. Il Dow Jones ha chiuso gli scambi in frazionale rialzo dello 0,04%, mentre l’S&P500 ha ceduto lo 0,02%. In luce verde il Nasdaq Composite (NASDAQ:notizie) che si è fermato a 2.249,84 punti, con un vantaggio dello 0,35%, dopo aver toccato un massimo a 2.260 e un minimo a 2.235 punti.

Indici Usa

Gli Inidici Usa, cioè i principali indici borsistici statunitensi sono il Dow Jones, il Nasdaq e il S&P500. In questi indici troviamo i principali punti di riferimento per il sistema finanziario globale che pur colpito fortemente dalla crisi finanziaria che stiamo attraversando conta con questi indici (Dow Jones, il Nasdaq e il S&P500) per osservare la continuità del recupero e sperare in segni positivi che possano rissollevare l’economia mondiale. Se questi segni di speranza possono arrivare da qualche parte, spiegano gli esperti, è proprio dal tridente americano di indici. Non perdiamoli mai di vista.

Dow Jones, Nasdaq e S&P500 in una sola grafica in tempo reale:

Trovi qui tutte le informazioni sulla finanza italiana e internazionale. Iscriviti ai nostri feed RSS per ricevere le ultime notizie.

Scrivi il tuo indirizzo e-mail e iscriviti:

Condiciones de uso de los contenidos | Responsabilidad

| Canale Italia